Blog

06 febbraio 2016

Dark Door /interview

Sabato 6 Febbraio 2016 al Cellar Theory in Vico Acitillo 58, concerto dei “Dark Door” in occasione del tour promozionale per l’album “Post Mortem”.
Al termine intervista nel backstage di Gianfranco Tirelli al duo Electro/Synth/Wave composto da Mario D’Aniello e Federica Velenia.

ANZITUTTO COMPLIMENTI PER LA CRESCITA ARTISTICA. DA DUE ANNI A QUESTA PARTE TROVO IL TUO TIMBRO BARITONALE ANCOR PIU’ PROFONDO, IL VOSTRO LOOK DI STASERA POI E’ DAVVERO NOTEVOLE NEL SUO MISTO TRA IL LUGUBRE E LA MASCHERA CARNEVALESCA
[Risponde Mario] Grazie

QUANDO NASCE IL PROGETTO DARK DOOR ?
Nel 2013, ma in precedenza con questo marchio facevo musica sin da ragazzino

E DAL 2013 AD OGGI ?
Sono al terzo album: “53°” e “Abracadabra” rispettivamente del 2013 e 2014, li ho realizzati con la collaborazione di Salvatore Verde alle percussioni. Poi nel Febbraio 2015 si è affiancata Federica ai synth ed insieme abbiamo concepito “Post Mortem”

COME DEFINIRESTI LA SCENA DARK ATTUALE ? COME VA’ IL MERCATO PER QUESTO GENERE NON CERTO NUOVO ?
Guarda; ad eccezione della città di Napoli, il dark in Italia è un genere sottovalutato, all’estero ha molto più seguito, c’è maggiore possibilità di esibirsi.

PERCHE’ DICI “AD ECCEZIONE DI NAPOLI” ?
Qui a Napoli attualmente c’è una scena molto viva, a mio parere con gruppi di alto livello qualitativo. Escludendo noi, ad esempio posso citarti gli Ash Code o gli Hapax…..

COSA PENSATE DEL FATTO CHE LA FRUIZIONE GRATUITA DAL WEB SOTTRAE MARGINI DI GUADAGNO ALL’ARTISTA ?
[Interviene anche Federica] Riteniamo che oggi la musica sia gratuita a prescindere. Chi compra dischi di etichette indipendente lo fa o per supportare gli artisti o per collezionismo

QUALI INVECE GLI ESITI DEL VOSTRO CD VENDUTO ON-LINE ?
Direi ottimi considerati i tempi, circa 100 pezzi venduti in un mese

DA DOVE LE MAGGIORI RICHIESTE ?
Portogallo e Germania

QUALI SONO I VOSTRI ORIENTAMENTI ESTETICI ?
Abbiamo riferimenti musicali piuttosto estesi, che vanno dal dark alla new wave, dalla code wave alla synth wave

IN PARTICOLARE COME SI E’ SVILUPPATO IL PROCESSO COMPOSITIVO DEI BRANI ASCOLTATI STASERA ?
[Parla Mario] Per “Post Mortem” ho iniziato dalle parole, scritte a parte come fossero poesie oppure in forma di brevi pensieri e riflessioni, in un secondo momento le ho musicate in collaborazione con Federica.

PER LE LIRICHE, QUALI GLI ARGOMENTI CHE PREDILIGI ? CHI TI HA INFLUENZATO DI PIU’ ?
I miei testi hanno in prevalenza forti riferimenti autobiografici, sono impressioni su scorci di vita, frammenti di esperienze. Per quanto riguarda riferimenti particolari, devo dire che sono cresciuto ascoltando i testi di Franco Battiato. Per queste ragioni, a differenza di molte altre formazioni dark italiane, il nostro duo non si esprime in inglese

UN COMMENTO IN TRE AGGETTIVI SUL PUBBLICO DI STASERA
[Rispondono insieme] Coinvolgente, caldo, sorprendente
LA FORMAZIONE: Mario D’Aniello, voice/bass/synth – Federica Velenia, synth

Brano consigliato “Ci sei tu” (Live al Cellar) https://www.youtube.com/watch?v=6pXxRmWQdQE